Il Palazzo presidenziale

Il Palazzo presidenziale (in albanese: Pallati presidencial) o formalmente noto come Palazzo delle Brigate (in albanese: Pallati i Brigadave), è la residenza ufficiale del presidente della Repubblica Albanese. Il palazzo fu commissionato da Re Zog I per utilizzarlo come sua residenza ufficiale

Nel 1945, cessò di servire come residenza reale poiché il regime monarchico fu sostituito dal regime comunista. Dal 1946, è stato usato dal governo albanese per tenere cerimonie ufficiali e ricevimenti statali. Nel 2013, il palazzo è tornato ad essere una residenza ufficiale, quando il presidente Bujar Nishani e la sua famiglia si trasferirono in una villa ricostruita all’interno del parco del palazzo.

Dal punto di vista architettonico, il palazzo appartiene allo stile razionalista, e rappresenta un chiaro esempio dell’architettura fascista dell’epoca. I suoi bassorilievi furono coperti negli anni ’70 durante la rivoluzione culturale, ma non furono distrutti.